Cave of forgotten dreams

Cave of forgotten dreams è un altro dei bellissimi documentari di Herzog, e Ode to the dawn of man è un piccolo documentario ad esso abbinato, che mostra la realizzazione della colonna sonora. Il violoncellista/autore è questo Ernst Reijseger.

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Musica o radio

Bargnolino

In novembre il prugnolo selvatico è al suo punto estremo di maturazione (quasi passo ma non secco), dicono infatti di aspettare a raccoglierlo fino a dopo la prima gelata, ma in tanti lo raccolgono prima, agosto, settembre, perché “se no poi non se ne trova più”, ed ecco allora il disappunto di chi rispetta le regole della tradizione: “se raccogli presto, poi il bargnolino sa di acerbo”.

prunolo selvatico

Non pubblico la località esatta in cui quest’anno - in extremis poiché la stagione è avanti – ho colto bargnoli per la prima volta. Certe cose si svelano solo a voce. Comunque, tutta la mia inesperienza me l’ha sbattuta in faccia un cacciatore che passava di lì: viàtar si mia bon da catàia, i bargnò (non sapete come si colgono, i prugnoli). Dice che ci vuole un ombrello aperto e capovolto: scuotendo la pianta, quelli maturi ci cadono dentro da soli.

Il vento forte del mese scorso ne ha fatti cadere molti. Tutti, dice il cacciatore, ma non è vero, è solo per scoraggiarci, poi quando capisce che non siamo forestieri ma locali si ammorbidisce e ci indica una macchia più folta.

Un chilo di bargnoli va a bagno per quaranta giorni con un litro d’alcol puro, un limone tagliato in quattro, una stecchetta di cannella, alcuni chiodi di garofano. Poi si filtra, e si aggiunge uno sciroppo fatto con mezzo litro d’acqua, mezzo di vino rosso dolce, mezzo chilo di zucchero di canna. Questa è la ricetta consigliata al momento.

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Cibo o bevande, Incontri o luoghi

Tennisti

Ho letto questo libro di Tim Adams su John McEnroe:

mcenroe

Qui recensito di Wu Ming 1: http://www.wumingfoundation.com/italiano/Giap/nandropausa9.htm#mac

Questo è Agassi da bambino, con Borg, in una foto tratta da “Open”, l’autobiografia di Agassi.:

agassi e borg

Entrambi libri tristi e spumeggianti e interessanti.

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura

B&B

Non ho ancora sentito una persona che non lo consiglia.

Noi tentammo inutilmente di iniziarlo per tre volte. Alla terza volta tenemmo duro come tutti tutti tutti intimavano (anche se molti inesperti di telefilm). A cavallo tra la seconda e la terza serie molto lentamente come un cargo sovraccarico la trama iniziò a decollare. Verso la quarta serie l’ennesima svolta violenta e anche il coprotagonista si macchiò di omicidio. Dopo un po’, pluriomicidio, e altri rallentamenti nella trama. Allo scomparire di ogni traccia di personaggio positivo abbandonammo.

bb

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm

Tutto di corsa

Qui il video ufficiale di “Tutto di corsa” delle Sacerdotesse dell’isola del piacere, che abbiamo assemblato con filmati super 8 originali d’epoca.

(Da anni desideravo fare digitalizzare alcuni vecchi super 8 di famiglia, e ora che li ho digitalizzati, e goduti molto, e sfruttati per la canzone di cui sopra, mi sono reso conto che nella sovrabbondanza di immagini istagrammate del mondo contemporaneo nessuno si stupisce minimamente di fronte alla bellezza di queste riprese, a tutti sembrano così finte e normali, che tristezza, mentre per me hanno un valore pazzesco, chi mai ha filmato il Congo e Dakar negli anni Sessanta? [volevo assicurare la spedizione delle bobine per 2000 euro ma l'impiegata delle poste me lo ha impedito])

2 commenti

Archiviato in *Fabrizio, Musica o radio

Andare per ghetti e giudecche

Andare per ghetti e giudecche, breve interessante carrellata dei quartieri ebraici nella storia italiana.

foa

L’autrice Anna Foa è stata speaker su Radio Tre di alcune puntate molto interessanti dedicate a vari temi di storia ebraica:

L’affare Dreyfuss

Il processo Eichmann

Le leggi razziali

“Gli ebrei cittadini italiani”

La razzia nel ghetto di Roma

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura, Musica o radio

Rei Momo

L’incredibile disco latino-americano di David Byrne: Rei Momo. 33 giri comprato in abruzzo, sul piatto in questo momento.

David Byrne parla del Rijks museum di Amsterdam:

http://davidbyrne.com/an-unexpected-history-lesson-at-the-rijksmuseum

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Musica o radio