Patricia Highsmith

Mr. Ripley’s game: un film italiano del 2002 dal sapore anni ’70. Il famoso personaggio di Patricia Highsmith, interpretato da John Malkovich.

Girato in Veneto (alcune location qui: villa Emo e Asolo)

ripley

Senza pietà (A suspension of mercy) un’incredibile trama in cui il cadavere non c’è, il giallo che avrei voluto scrivere io:

senza pietà

Di seguito, invece, un’altra storia dalla trama psicologica il cui vero titolo sarebbe Il brivido della contraffazione. Si scopre traducendo l’originale e se ne ha conferma a pagina 154.

tremor of forgery

 

Il sunto della trama viene svelato a pagina 242, quasi alla fine:  T’immagini, confessare qualcosa che puoi non aver fatto?

Altri appunti:

“Oggi ho dipinto un uccello immaginario che volava. Volava verso il basso. Domani dipingerò due uccelli in un solo quadro, uno che vola in alto e uno in basso. Sembreranno due tulipani contrapposti… Esistono alcune forme fondamentali, sai, l’uovo che è una variazione del cerchio, l’uccello che somiglia a un pesce, l’albero e i suoi rami che somigliano alle radici o ai bronchi. Tutte le altre forme più complesse, la chiave, l’automobile, la macchina per scrivere, l’apriscatole, sono tutte creazioni dell’uomo. Ma sono belle? No, sono brutte come l’anima dell’uomo. Ammetto che alcune chiavi sono belle. Per essere bella una cosa dev’essere funzionale, vale a dire ridotta all’essenziale. E a questo ci si arriva solo dopo secoli di esistenza.”

– – –

La gente vuol sempre conoscere i motivi di un suicidio e continua a far domande finché non li scopre.

 

(Continua…)

 

 

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Libri o scrittura

Coccodrilli dal cilindro

cdcL’iniziativa letteraria dell’estate:

https://medium.com/coccodrilli-dal-cilindro

cdc

Si consiglia iscrizione alla mailing list e/o acquisto ebook ad un prezzo simbolico sui più famosi canali internet.

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura

Kim Gordon

Autobiografia interessante e amara di Kim Gordon, letta in inglese, e di seguito alcune suggestioni scoperte con la lettura.

girl in a band

 

Il video dei Sonic Youth “Sugar kane”, con il debutto di Chloe Sevigny:

 

“X-Girl”, film del ’95 di Phil Morrison con Chloe Sevigny, Kim Gordon (cortometraggio sulla linea di moda inventata da Kim Gordon):

Free Kitten nel 1994 (una delle band parallele di Kim Gordon):

Il video della stupenda The Diamond Sea girato da Spike Jonze, che seguì i Sonic Youth in tour ai tempi di Washing Machine:

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura, Musica o radio

Come si scrive un giallo

Un bel saggio di Patricia Highsmith sulla scrittura, tornato disponibile, lo aspettavo da tempo. Bellissimo nei punti in cui descrive le trame dei suoi libri.

highsmith

Un libro omonimo scritto moltissimo tempo prima dal giallista inglese Chesterton. In realtà è una raccolta di articoli:

chesterton

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura

Due Shakespeare

much ado

much adoFermi immagine da Much ado about nothing, versione cinematografica del 2012, bianco e nero molto bello ambientato ai giorni nostri con dialoghi originali.

– – –

Titus Andronicus, edizione con un Caravaggio in copertina e poi una storica:

titus

Copertina dell'edizione Q1 del 1594

“Shakespeare Titus Andronicus Q1 1594” di John Danter (16th century printer); con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons.

Lascia un commento

Archiviato in Film o telefilm, Libri o scrittura

“Eye” di Robyn Hitchcock e altro

Questo è l’album “Eye” di Robyn Hitchcock, del 1989 o 90 (che per gli estimatori fa il paio con l’altro disco acustico I often dream of trains”):

eye

Questo è “Gotta Let This Hen Out”, un montaggio live-studio uscito in VHS molto tempo fa:

E quello che segue è un documentario molto più recente ma comunque interessante in cui R.Hitchcock registra un album in casa con altri amici d’eccellenza e poi va in tour (la prima parte in cui registrano e inaugurano è la più bella).

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Musica o radio

Le porte della percezione, Paradiso e inferno

Questo è Le porte della percezione di Aldous Huxley, nell’edizione che comprende anche Paradiso e inferno:

le porte della percezione

Quello che nel linguaggio religioso è chiamato “questo mondo” è l’universo della ridotta consapevolezza, espresso e, per così dire, pietrificato dal linguaggio. I vari “altri mondi” con i quali gli esseri umani irregolarmente prendono contatto sono tanti elementi nella totalità della consapevolezza appartenente all’Intelletto in genere”. (p.20)

Letteraria o scientifica, liberale o specializzata, tutta la nostra educazione è soprattutto verbale e quindi manca di adempiere agli scopi prefissi. Invece di trasformare i fanciulli in adulti pienamente sviluppati, essa fabbrica studenti di scienza naturali che sono del tutto inconsapevoli della Natura come fatto primo dell’esperienza; affligge gli studenti di Umanesimo che non sanno niente dell’umanità, né la propria né quella altrui. (p.66)

Doors of Perception

L’appendice 2 di “Paradiso e inferno” andrebbe trascritta tutta, è quella di maggiore interesse (spiega le ragioni chimiche del misticismo nella storia dell’umanità).

Dalla Postfazione di Grazia e Renato Boeri:

Di quale libertà di pensiero [Huxley] sia capace lo dimostra anche il fatto che egli nega che la droga riproduca la follia, … e ha un’eccezionale brillante illuminazione scientifica quando afferma … che il cervello umano non è un potenziatore, ma un selettore delle percezioni.

Sia “Le porte della percezione” che “Paradiso e inferno” sono citazioni tratte da The marriage of heaven and hell di William Blake.

Il testo integrale con le relative illustrazioni è qui:

 http://www.gailgastfield.com/mhh/mhh.html

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura