“Il secolo lungo della modernità”

caillebotte- strada-di-parigi-in-un-giorno-di-pioggia

L’ultimo libro di Philippe Daverio per un’indigestione di pittura Ottocentesca.

Qui vi vorrei spiegare a che cosa serve il mestiere dell’antropologo culturale rispetto a quello dei critici. Questi ultimi dividono la storia delle arti in base a scuole e categorie che consentono loro di assumere una convinta importanza sulle pagine scritte, nei musei e nell’opinione. L’opinione pubblica ha assoluto bisogno di questi criteri per non perdere il nord e la testa. Per questo motivo il critico, più è abile, più è incline a esprimere giudizi di merito che siano adatti a distinguere il bello dal brutto, il buono dal cattivo, l’utile dall’inutile. All’antropologo interessa invece tutto ciò che gli esseri umani e le loro curiose tribù hanno prodotto. Si pone domande di vasto raggio e cerca elementi di paragone che permettano di generare categorie ampie suscettibili di interpretazioni, ma non di giudizi di merito. E in questa sala dei paesaggi è proprio una domanda del genere che ci si pone.
I tramonti in primo luogo, come le albe esitono da quando esiste il nostro sistema solare. Gli uomini li guardano da quando hanno coscienza, e li ammirano. Eppure nella storia lunghissima della pittura occidentale, dagli affresci di Pompei in poi, dalle pitture vascolari alle decorazioni parietali del barocco, i tramonti come le albe non sono mai rappresentati. Iniziano le loro raffigurazioni solo con il “romanticismo”. Anzi il tramonto diventa simbolo della meditazione e dell’introspezione romantica.

(Philippe Daverio, Il secolo lungo della modernità)

Carl Spitzweg

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Arte o fotografia, Libri o scrittura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...