Christine

Christine, romanzo del 1983 di Stephen King e film del 1983 di John Carpenter.

christine

Riprendendo alcuni film tratti dai libri di Stephen King, e sfogliando i relativi libri che ho letto vent’anni fa, mi convince sempre meno la solfa del “gran maestro dell’orrore che riprende in chiave moderna i classici temi del soprannaturale e della pura malvagità”*. Lasciamo un attimo da parte la pura malvagità: i personaggi hanno qualcosa di meglio da dire. La loro degenerazione da innocente/vittima a folle/carnefice è sempre progressiva e strutturata. In Christine, come in tante altri racconti, l’eroe è un ragazzo disadattato. Inoltre, più in generale, le “maledizioni” non mi sembrano eventi puramente soprannaturali o ingiustificati o pretestuosi. La macchina infernale che agisce da sola può in effetti sembrare un pretesto assurdo, ma penso che la macchina 1) non sia semplicemente un “oggetto tecnologico sfuggito incomprensibilmente al controllo umano”*, e che 2) non agisca in realtà da sola. Secondo la chiave di lettura che propongo, invece: 1) la macchina è una materializzazione dell’intimità e del delirio del protagonista, 2) macchina e uomo si influenzano a vicenda e diventano un tutt’uno, e quindi 3) la storia sembra surreale perché vengono narrate parallelamente e contemporaneamente realtà e metafora.

christine.jpg

dalla quarta di copertina di Christine la macchina infernale, ma più o meno tutte le storie di S.King sono presentate così.

Annunci

4 commenti

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Libri o scrittura

4 risposte a “Christine

  1. L’ hai letto Joyland? Io l’ ho finito la settimana scorsa, e l’ ho trovato un vero capolavoro.

  2. viapozzo6

    No, non l’ho letto. Ho un rapporto strano con i libri di Stephen King, li ho letti quasi tutti a 13-14 anni, poi più niente, e ora sto rispolverando qualcosa di sparso con l’ausilio dei numerosi film (On Writing è qualcosa di completamente diverso). Non credo al momento di potermi cimentare nella lettura di un suo romanzone intero. *F

  3. Joyland é molto corto e molto scorrevole, non é affatto una lettura pesante, quindi se vuoi ricominciare a leggere King direi che é un ottimo punto di (ri)partenza. Grazie per la risposta! : )

  4. Ho appena pubblicato un post su Stephen King: http://wwayne.wordpress.com/2014/04/18/misteri-e-segreti/. Che ne pensi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...