anyone lived in a pretty how town

Offro una traduzione amatoriale di “anyone lived in a pretty how town” di E. E. Cummings, la triste storia di alcuno e nessuno. L’originale qui: poetry foundation (include audio con lettura dell’autore) e anche qui sotto a seguire. L’analisi qui: shmoop.

alcuno viveva in una cittadina come carina
(tante campanelle lassù che volano giù)
primavera estate autunno inverno
cantava i suoi no danzava i suoi sì.

Donne e uomini(siano piccoli o pochi)
non si curavano affatto di alcuno
seminavano i loro non è mietevano i loro stessi
sole luna stelle pioggia

bambini intuivano(ma solo alcuni
e poi giù a dimenticare e su a crescere
autunno inverno primavera estate)
che nessuno lo amava più dopo più

di quando in quando di foglia in albero
lei gli rideva la gioia lei gli piangeva il dolore
di uccello in neve di caos in calma
il tutto di alcuno era tutto per lei

i qualcuno sposavano i loro chiunque
ridevano pianti e danzavano danze
(dormi veglia spera e poi)dicevano
i loro mai e dormivano il loro sogno

stelle pioggia sole luna
(e solo la neve può iniziare a spiegare
come i bambini siano atti a dimenticare di ricordare
tante campanelle lassù che volano giù)

immagino un giorno alcuno morì
(e nessuno si abbassò a baciarlo in volto)
gente indaffarata li seppelliva fianco a fianco
poco a poco e fu dopo fu

tutto dopo tutto e fondo dopo fondo
e di più in più si sognano il sonno
nessuno e alcuno di terra in aprile
di desiderio in spirito e di se in sì.

Uomini e donne(sia tiri che tera)
estate autunno inverno primavera
mietevano il seminare e andavano i venire
sole luna pioggia stelle

Grant Wood, Gotico Americano

Grant Wood, “Gotico Americano”

anyone lived in a pretty how town
(with up so floating many bells down)
spring summer autumn winter
he sang his didn’t he danced his did.

Women and men(both little and small)
cared for anyone not at all
they sowed their isn’t they reaped their same
sun moon stars rain

children guessed(but only a few
and down they forgot as up they grew
autumn winter spring summer)
that noone loved him more by more

when by now and tree by leaf
she laughed his joy she cried his grief
bird by snow and stir by still
anyone’s any was all to her

someones married their everyones
laughed their cryings and did their dance
(sleep wake hope and then)they
said their nevers they slept their dream

stars rain sun moon
(and only the snow can begin to explain
how children are apt to forget to remember
with up so floating many bells down)

one day anyone died i guess
(and noone stooped to kiss his face)
busy folk buried them side by side
little by little and was by was

all by all and deep by deep
and more by more they dream their sleep
noone and anyone earth by april
wish by spirit and if by yes.

Women and men(both dong and ding)
summer autumn winter spring
reaped their sowing and went their came
sun moon stars rain

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Libri o scrittura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...