Archivi categoria: Film o telefilm

Patricia Highsmith

Mr. Ripley’s game: un film italiano del 2002 dal sapore anni ’70. Il famoso personaggio di Patricia Highsmith, interpretato da John Malkovich.

Girato in Veneto (alcune location qui: villa Emo e Asolo)

ripley

Senza pietà (A suspension of mercy) un’incredibile trama in cui il cadavere non c’è, il giallo che avrei voluto scrivere io:

senza pietà

Di seguito, invece, un’altra storia dalla trama psicologica il cui vero titolo sarebbe Il brivido della contraffazione. Si scopre traducendo l’originale e se ne ha conferma a pagina 154.

tremor of forgery

 

Il sunto della trama viene svelato a pagina 242, quasi alla fine:  T’immagini, confessare qualcosa che puoi non aver fatto?

Altri appunti:

“Oggi ho dipinto un uccello immaginario che volava. Volava verso il basso. Domani dipingerò due uccelli in un solo quadro, uno che vola in alto e uno in basso. Sembreranno due tulipani contrapposti… Esistono alcune forme fondamentali, sai, l’uovo che è una variazione del cerchio, l’uccello che somiglia a un pesce, l’albero e i suoi rami che somigliano alle radici o ai bronchi. Tutte le altre forme più complesse, la chiave, l’automobile, la macchina per scrivere, l’apriscatole, sono tutte creazioni dell’uomo. Ma sono belle? No, sono brutte come l’anima dell’uomo. Ammetto che alcune chiavi sono belle. Per essere bella una cosa dev’essere funzionale, vale a dire ridotta all’essenziale. E a questo ci si arriva solo dopo secoli di esistenza.”

– – –

La gente vuol sempre conoscere i motivi di un suicidio e continua a far domande finché non li scopre.

 

(Continua…)

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Libri o scrittura

Due Shakespeare

much ado

much adoFermi immagine da Much ado about nothing, versione cinematografica del 2012, bianco e nero molto bello ambientato ai giorni nostri con dialoghi originali.

– – –

Titus Andronicus, edizione con un Caravaggio in copertina e poi una storica:

titus

Copertina dell'edizione Q1 del 1594

“Shakespeare Titus Andronicus Q1 1594” di John Danter (16th century printer); con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons.

Lascia un commento

Archiviato in Film o telefilm, Libri o scrittura

Due film di Herzog

Il documentario di Werner Herzog del 1970 sul mondo dei sordociechi, “Paese del silenzio e dell’oscurità”, qui integrale con sottotitoli:

Eccezionale, l’ho visto due volte di seguito.

E poi, molto più recente, “The wild blue yonder”:

L'ignoto spazio profondo

L’ignoto spazio profondo

Sempre con musica di Ernst Reijseger.

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Musica o radio

Storie dall’Africa coloniale

Il “Cent’anni di solitudine” di Chatwin:

ouidah

Credo che Werner Herzog vi si ispirò per il film “Cobra verde”.

Questo è invece il documentario di Herzog sull’imperatore Bokassa:

1 Commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Libri o scrittura

Qualche film divertente

Il fratello più furbo di Sherlock Holmes / The Adventure of Sherlock Holmes’ Smarter Brother (Gene Wilder, con Marty Feldman, 1975):

Marty Feldman

Oltre il giardino / Being There (1979, di Hal Ashby, con Peter Sellers):

title being there

È ricca, la sposo e l’ammazzo / A New Leaf (di Elaine May, con Walter Matthau, 1971):

a new leaf

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm

Limonov

Ho letto questo libro bello e scorrevole, ma non eccezionale come mi aspettavo, rispetto all’enorme successo che ha avuto: Limonov.

limonov

Il film documentario della BBC di cui Carrère parla nel capitolo VI-4, ossia Serbian Epics, al momento si trova su youtube. Le parti del libro che spiegano i vari contesti storici sono in effetti le più interessanti. Limonov è con Karadzic dal minuto 29’40”:

3 commenti

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm, Libri o scrittura

Riepilogo film e telefilm

Film.

Un bel film di Roman Polanski, il più recente credo, non ho tanto capito il finale e il senso in generale. Venere in pelliccia.

Venus in Fur

 

Al cinema, Magic in the moolight, consueto appuntamento con W. Allen che anche quest’anno non delude.

magic in the moolight

 

Al cinema, Il sale della terra, un film di Wenders sul fotografo Salgado, interessante ma sarebbe stato molto meno retorico se l’avesse fatto Herzog.

il sale della terra

Serie TV.

La migliore degli ultimi tempi, molto in stile “letteratura americana”, Olive Kitteridge. Avrei scommesso infatti che fosse tratta da un romanzo:

olive kitteridge

 

Gotham, così, fumettistica:

gotham

Homeland quarta stagione, bellissima come sempre:

homeland

The divide, una serie breve di cui già non ricordo più i dettagli:

the divide

Honorable woman, bella, anche se all’inizio sembra un po’ tirata per i capelli, migliora con l’avanzare (lento) della trama:

honorable woman

The Village:

the village

The good wife serie 6:

good wife

 

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Film o telefilm