Archivi tag: Genovesino

Genovesino e Soresina

Immagini da “Soresina dalle origini al tramonto dell’ancien régime”, da “La chiesa prepositurale di San Siro in Soresina”, dal catalogo “Genovesino e Piacenza”, e dal vivo.

Genovesino - Studio per il volto di un vecchio - catalogo

Genovesino – Studio per il volto di un vecchio

Genovesino - particolare

Genovesino - Miracolo della Mula

Genovesino – Miracolo della Mula – Soresina, Santa Maria del Cingaro

Genovesino Ultima Cena

Genovesino - L'ultima cena in San Siro a Soresina

Genovesino – L’ultima cena in San Siro a Soresina

San Siro in Soresina

San Siro in Soresina

San Siro in Soresina, volta affrescata e tela di E. Lodi

San Siro in Soresina, “arcata cieca” affrescata.

trotti

San Siro - opere

San Siro in Soresina, mappa delle opere

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Arte o fotografia, Incontri o luoghi

Annotazioni

Annotazioni prese durante letture e riletture di Borges.

 

– – –

La nostra mente è porosa per l’oblio
(Borges)

– – –

Il mio domicilio attuale è all’angolo, in calle Pozos
(Borges / Bioy Casares)

 

– – –

Borges parla dei suoi racconti (Lo zahir • Il libro di sabbia • Tlön, Uqbar, Orbis Tertius • Utopia di un uomo che è stanco):
http://www.archiviobolano.it/bol_aut_cit_racconto_borges1.html

– – –

Stevenson erige un unico uccello che consuma i secoli: “l’usignolo divoratore del tempo”
(Borges)

– – –

Eureka di Poe:
http://www.readme.it/libri/3/3061010.html

– – –

Kubla Khan di Coleridge:
https://www.poetryfoundation.org/poems/43991/kubla-khan

– – –

Paris Review, “The missing Borges”:
https://www.theparisreview.org/blog/2014/04/16/the-missing-borges/

– – –

Il Destino – tale è il nome che diamo all’opera infinita e incessante di migliaia di cause intrecciate
(Borges)

– – –

Catalogo “Biblioteca di Babele”:
http://www.fantascienza.com/catalogo/collane/NILF70571/oscar-la-biblioteca-di-babele/

– – –

Nei sogni (scrive Coleridge) … non sentiamo orrore perché ci opprime una sfinge, sogniamo una sfinge per spiegare l’orrore che sentiamo
(Borges)

– – –

Uno di essi teneva un ramo, che si adattava, indubbiamente, alla semplice botanica dei sogni
(Borges)

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Arte o fotografia, Libri o scrittura