Archivi tag: Santa Maria di Campagna

Piccolo reportage S. Maria di Campagna e S. Sisto

Click su ogni immagine per ingrandire.

Due inquadrature della cupola della Basilica di Santa Maria di Campagna a Piacenza, dell’architetto piacentino Alessio Tramello, XVI sec., affrescata principalmente dal “Pordenone”:

santa maria di campagna-11

“la cupola ed il tamburo realizzati rispettivamente da Giovanni Antonio de’ Sacchis detto il Pordenone e Bernardino Gatti detto il Soiaro in un periodo compreso tra il 1530 ed il 1543” (santamariadicampagna.com)

santa maria di campagna-15

Su santamariadicampagna.com c’è un’incredibile galleria ad alta definizione degli affreschi.

Compare in una bacheca una lettera con cui il “Guercino” Francesco Barbieri, artista tanto amato a Piacenza, comunica che la tela a lui commissionata sarà pronta in due anni (sopra le colonne della chiesa c’è una fascia di trenta e più tele raffiguranti scene sacre) (purtroppo quella del Guercino è illuminata male e quasi non si vede):

santa maria di campagna-10

“Cento ducatoni d’argento per ogni figura integra” (nella tela vi sono tre figure)

Anche due cappelle della chiesa sono completamente affrescate dal Pordenone:

santa maria di campagna-12

G. A. de Sacchis detto il Pordenone, Cappella di Santa Caterina, S.Maria di Campagna (PC)

santa maria di campagna-14

G. A. de Sacchis detto il Pordenone, Cappella di Santa Caterina – particolare, S.Maria di Campagna (PC)

santa maria di campagna-16

G.A. de’ Sacchis detto il Pordenone, Cappella delle natività, S.Maria di Campagna (PC)

santa maria di campagna-19

G.A. de’ Sacchis detto il Pordenone, Cappella delle natività, particolare

santa maria di campagna-20

G.A.de’ Sacchis detto il Pordenone, “Sant’Agostino”, affresco, particolare. S.Maria di Campagna (PC). L’inquadratura non è delle migliori, per evitare i riflessi.

– – – –

San Sisto, Piacenza, sempre di A.Tramello:

san sisto-33.jpg

Facciata e chiostro d’ingresso

san sisto-32.jpg

Cancello in ferro battuto (chiostri) e sullo sfondo un’opera “ricevuta in dono da Dresda” che riprende la Madonna Sistina di Raffaello.

san sisto-27.jpg

Vista del soffitto della navata, San Sisto (PC)

san sisto-19.jpg

La copia della “Madonna Sistina” nella sua grande cornice barocca (San Sisto, PC)

La vicenda della “Madonna Sistina” è raccontata in dettaglio su vari pannelli informativi disposti nella cripta, che io ho trovato aperta:

san sisto-22

san sisto-23

san sisto-24

 

san sisto-25.jpg

Gli angioletti famosi di Raffaello (sotto) vengono messi a confronto con quelli della copia (sopra)

La chiesa di San Sisto offre anche altri particolari interessanti, fra cui a mio avviso i “paliotti in scagliola” (decorazioni in gesso del ‘700 che simulano gli intarsi in marmo degli altari, info qui):

san sisto-21.jpg

Paliotto in scagliola, particolare, San Sisto (PC)

Una tavola in legno dipinta nel 1546:

san sisto-28.jpg

S.Novelli, Madonna con bambino e i ss. Girolamo e Pietro, 1546, San Sisto (PC) – l’inquadratura è storta –

Ma soprattutto le bellissime tarsie lignee del coro:

san sisto-11

san sisto-12

san sisto-13

san sisto-14

san sisto-15

san sisto-16

san sisto-17

san sisto-18

Un po’ di informazioni dettagliate:

san sisto-30

san sisto-31

san sisto-20

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in *Fabrizio, Arte o fotografia, Incontri o luoghi